Collaborazioni · Senza categoria

Linea Garnier Fructis Oil Repair 3

Ah, che dannazione i capelli in piena estate. Non so mai se legarli, scioglierli, tagliarli, lasciarli mossi o renderli lisci. E non riesco mai, e dico mai, ad idratarli a fondo. Nonostante il rarissimo utilizzo del phon e della piastra da giugno a settembre, sono più sfibrati che mai. Il sale, la sabbia e il sole mi danno la caccia ovunque. Ho messo alla prova la nuovissima linea Garnier – ed è stata una prova dura, a tratti durissima. I prodotti sono senza siliconi e senza parabeni, e hanno superato le aspettative dei miei capelli abituati da anni a prodotti dall’inci totalmente verde.

IMG_0220

9F610166-238D-4BC0-8D63-2E1004AD5A7F

 

SHAMPOO FORTIFICANTE

Uno shampoo nato per nutrire ed illuminare i capelli. Ha una formulazione adatta ai capelli secchi, e temevo risultasse troppo pesante sulla mia cute sensibile. Eppure i suoi ingredienti benefici ed ammorbidenti, come il 3-glyceride, e i 3 oli nutritivi di oliva, avocado e karité, hanno coccolato la mia testa senza irritarla. E con le proteine del limone – ottime accompagnatrici della B3 e della B6 – sono riuscita ad ottenere un buon effetto lavante. Il packaging del prodotto è meravigliosamente estivo, in plastica semitrasparente di un giallo molto intenso. Il prodotto è leggero tra le dita, e si lavora con facilità per un massaggio che penetra a fondo e deterge bene la cute. Non ho trovato lo shampoo troppo pesante, quindi ho deciso di non diluirlo con acqua.

DEB08B05-70EB-4A09-A7F5-7D3B84CF6290

 

BALSAMO FORTIFICANTE 

Fratello gemello dello shampoo fortificante – anche nel pack, questa volta opaco – condivide con lui i benefici dei tre oli nutritivi. Ne completa l’effetto nutriente ed illuminante. Districa facilmente i capelli, anche con una piccolissima quantità ben distribuita. Si tratta di un balsamo mediamente denso, ma dal facile risciacquo, quindi senza rischio residui. Sono sicura che chi, come me, utilizza sulle lunghezze dei prodotti molto nutrienti, non rimarrà deluso dal risultato. I capelli sono morbidi al tatto, e anche lavarli è un estremo piacere.

Non ho annusato nulla di grandioso nelle profumazioni. Sarà che senza un inci totalmente verde faccio fatica ad innamorarmi. Ho bisogno di sentire profumo di frutta ed erbette per catapultarmi in paradiso, e sono troppo esigente per offrirvi un parere sincero. Molte blogger parlano di una profumazione fruttata e dolce, ancor più evidente nel balsamo. Ma se avete provato i prodotti mi piacerebbe sapere cosa ne pensate.

A953A289-2A10-4895-B41E-3A09DC79C418

 

OLIO SENZA RISCIACQUO

Arriviamo però al pezzo forte, il mio fedele amico da qualche settimana a questa parte. Il prodotto nasce per capelli secchi, crespi e spenti. Si tratta di un olio senza risciacquo che nutre istantaneamente la chioma. Può essere utilizzato prima della piega o in qualsiasi momento della giornata, per rendere i capelli più brillanti e facili da pettinare. L’erogatore a pompetta consente di regolarne facilmente la quantità, e sui capelli molto sottili – come i miei – uno o due pump saranno sicuramente sufficienti. Io ne utilizzo una piccola quantità subito dopo la piega, perchè mi aiuta moltissimo a mantenerla ferma per tutto il giorno, e … Meraviglia delle meraviglie, non unge. Ebbene sì, probabilmente non avete idea di quale potere possiedono i miei capelli nel catturare qualsiasi molecola oleosa contenuta nell’aria. Non ha importanza se nell’aria non esistono molecole oleose, per i miei capelli sì, per loro anche una folata di vento porta con sè pesantezza. Il miracolo è proprio qui. Riesco ad utilizzare il prodotto senza vederli cambiati, pesanti o bagnati. Lo trovo davvero ben fatto.

15598CE4-5382-497A-BE5A-D52C3947ABBD

 

Ho apprezzato molto l’idea di inserire tra le linee Garnier qualcosa di così nutriente, proprio in vista dell’estate. Anche il pack è nettamente migliorato, e finalmente niente più bottoncini stondati al limite della sopportazione. Una semplicissima insenatura rende l’apertura e la chiusura molto più facili, e consente anche di portare i prodotti in viaggio senza pericolo di apertura improvvisa. In più i flaconi sono prodotti con il 25% di plastica riciclata, e sono al 100% riciclabili se correttamente smaltiti.

 

Raccontatemi cosa ne pensate, e datemi consigli utili su come dare una spinta nutritiva alla mia chioma antiestiva … !

 

Senza categoria

I preferiti di novembre // Dana & Fede

Se questo articolo riuscirà ad andare online, vuol dire che mi sarò impegnata davvero molto moltissimo. Sì, perchè non ho mai avuto così tante cose da fare nella mia vita come in questo novembre, ahah. E che dire, dicembre si prospetta ancora più intenso. Stanca but felice, ragazzi, stanca but felice. Come ogni mese l’articolo è in collaborazione con Fefe, che tra l’altro è approdata anche sui nostri schermi, finalmente. Potete trovarla qui e qui, no, scusate, dovete andare a trovarla. Troverete i prodotti organizzati in modo diverso, ma questo mese mi son concentrata molto sulla skin care, quindi, eccovene un assaggio.

large (1)

Continue reading “I preferiti di novembre // Dana & Fede”

I preferiti del mese · Senza categoria

I preferiti di Dana e Fede // Ottobre 2016

Mi sono appena resa conto che è passato esattamente un mese dall’ultimo articolo, e soprattutto che l’ultimo articolo era proprio quello dei preferiti, come sempre in collaborazione con la mia Fefe di Temptation Beauty. Questo, ovviamente, significa che questo mese son stata super assente, ma credetemi, il tempo è volato più velocemente del solito. Spero di farmi perdonare presto perchè ho delle collaborazioni in corso di cui non vedo l’ora di parlarvi, ma nel frattempo vi racconto qualcosa sui prodotti che ho utilizzato di più, anche se la mia pelle nelle ultime settimane mi ha dato non pochi problemi, e credo proprio che scapperò presto dalla ginecologa per farmi prescrivere di nuovo una pillola anticoncezionale.

large (1)

Continue reading “I preferiti di Dana e Fede // Ottobre 2016”

Senza categoria

I preferiti di Dana & Fede // Settembre 2016

Sono un’inguaribile ritardataria. Qui sul blog, eh, perchè nella vita di tutti i giorni son sempre in anticipo e genero ansia in chiunque. La mia Fefe invece è sempre super puntuale e costante con i suoi preferiti. Questo mese mancano completamente i prodotti per capelli, sì, lo avrete notato. Aimè, la mia routine non è cambiata molto rispetto allo scorso mese, ma spero che con queste mini review riuscirò a farmi perdonare. Se volete informazioni aggiuntive o avete domande scrivetemi pure bella gente. Ok, ora torno sotto la copertina di pile, adieu.

large (1)

Continue reading “I preferiti di Dana & Fede // Settembre 2016”

Senza categoria

Intervista a Castalia Clothing // difficileesseredana

C’era una volta un blog che parlava di artisti, inventori e possessori di creatività. Il mio ruolo era intervistarli e farli conoscere al mio piccolo pubblico, e questa continua scoperta mi metteva un gran buonumore. Pochi di voi conoscono i miei precedenti, ma oggi voglio fare un gran salto indietro nel tempo, e tornare a far una delle cose che mi piacciono più al mondo: domande. Questa volta ad esser bombardata è stata Marisa, in arte Castalia Clothing, da cui ho ricevuto un pezzo straordinario e affine ad un’anima come la mia. Prima però voglio farvela conoscere più da vicino, in un breve ed intenso viaggio nella sua fantasia.

Castalia, un nome che mi lascia pensare ad antichi racconti tramandati di bocca in bocca, fate turchine e draghi alati. A cosa devi il tuo nome?

Hai ragione, il tuo intuito non mente. Castalia è un nome che ho preso in prestito dalla mitologia greca. Era una ninfa, poi tramutata in una fonte consacrata alle Muse. Mi piace la poesia, la leggenda, mi piace la classicità e soprattutto credo all’idea che senza forti radici non possano nascere nuove foglie. Quindi non potevo non scegliere un nome che non strizzasse l’occhio alla storia, anche se inventata.

Se potessi reincarnarti in un tessuto e in un colore, quale tessuto e quale colore sceglieresti?

Il tessuto sarebbe sicuramente la seta. Un tempo, ad esempio, era un’impresa portare in occidente la pregiata seta cinese, era un viaggio lungo e spesso rischioso. A volte le cose difficili ci sorprendono con risultati meravigliosi, a volte quasi magici.

 Il colore invece sarebbe il bordeaux. Caldo, passionale, autunnale, un po’ la mia stagione preferita, un po’ come sono io.

Il tuo indumento preferito?

Sicuramente la T-shirt! È versatile, posso portarla se devo andare a comprare il caffè al supermercato sotto casa prima che chiuda e allo stesso modo posso portarla se devo andare ad una festa abbinandola con gli accessori giusti!

Il tuo dipinto preferito?

Parimerito, perché ancora non so decidere. Le Muse inquietanti di de Chirico e I nottambuli di Hopper. Entrambi mi rendono serena, senza saperne il motivo, anche perché non sono quadri propriamente allegri, ma credo che l’arte sia anche questo, sia che non sai come e perché ma ti appagano, ti completano, ti dicono ok, non sembrerebbe, ma il mondo può essere anche perfetto.

Muse inquietanti
Le Muse inquietanti, de Chirico
I nottambuli
I nottambuli, Hopper

Descrivi il tuo lavoro in tre righe.

Amore per le piccole cose che rendono felici gli altri.

Insonnia, di quella bella, di quelle da passioni forti.

Fantasia e ricerca.

Descrivi la tua giornata perfetta.

Colazione lunghissima a casa, un libro sul tavolo vicino la Nutella, buttare giù nuove idee, disegnandole. Pranzare fuori, tornare a casa, ricamare, calice di vino e preparare la cena per qualcuno che viene a trovarti. Per essere proprio perfetta, non devono esistere l’orologio, il pettine e i jeans stretti. E… Sì, sono una pigrona.

La tua icona di stile?

Kate Moss.

Ogni cosa che fa diventa trend, adoro il suo broncio, adoro il modo in cui si veste e la disinvoltura con cui riesce a indossare anche cose terribili.

Se la vedessi credo che subirei la sindrome di Stendhal come davanti un quadro di Hopper o de Chirico.

Di fronte allo specchio, quale accessorio ti fa sentire più sicura di te?

Un braccialetto, di quello a cui puoi togliere e aggiungere piastrine (nomination). Non lo tolgo mai, mai da quasi 10 anni. Mano a mano che mi succedono cose importanti aggiungo una piastrina che le rappresenti. In pratica ci scrivo la mia storia. E mi fa sentire sicura, perché mi ricorda che possono esserci altre cose importanti, ma la più importante è rimanere sempre me stessa, che sono io che posso scegliere.

Un sogno realizzato ed uno che si nasconde ancora in un cassetto – se hai ancora cassetti dove c’è spazio per i sogni?

Sogno realizzato è stata la laurea, arrivata dopo un periodo estremamente difficile.

Sogno nel cassetto: che possano piacere sempre a più persone le mie t-shirt, e soprattutto che possa continuare a nutrirmi di cibo spazzatura senza brufoli e senza ingrassare.

IMG_3361 Continue reading “Intervista a Castalia Clothing // difficileesseredana”

Collaborazioni · I preferiti del mese · Review · Senza categoria

I preferiti di luglio // Dana & Fede

large (1)

Ed ecco di nuovo il nostro appuntamento mensile, che a noi serve per ricordare quanto ci siamo date da fare in questo periodo, e a voi per confrontarvi con qualche piccola new entries e qualche vecchia conoscenza. Sono curiosa di scappare sul blog della Fefe per sbirciare tra i suoi preferiti, ma nel frattempo vi lascio una piccola carrellata dei miei. Se avete curiosità sui prodotti o desiderate una review completa scrivete pure nei commenti – tanto lo sapete, ormai, che il mio programma mensile si basa sulle vostre curiosità e sulle vostre richieste, ahah.

Capelli

Ekos Personal Care  Shampoo delicato per capelli grassi

IMG_3086

Non sarà il miglior shampoo ecobiologico in circolazione, ma ne ho apprezzato il rapporto qualità / prezzo e la delicatezza sulla cute. Contiene estratto biologico di achillea, che oltre ad essere ideale per la cute grassa, è un ingrediente davvero poco aggressivo. Tra gli altri ingredienti, anche pantenolo ed olio di oliva biologico. Non è uno shampoo particolarmente districante, ma produce una soffice schiumetta ed è piacevole all’olfatto. Probabilmente vi proporrò un articolo in combo con il balsamo della stessa marca, perciò mi ritiro per deliberare più in là.

Costo 3.oo euro circa

Sezione Aurea Balsamo divino Anna

IMG_3095

Ve ne avevo già parlato in un vecchio biohaul in uno dei miei shop online preferiti, Prontipartenzabio, e riconfermo il mio amore incondizionato – ma estremamente condizionante – per questo balsamo. Difficilmente il cuore mi batte così forte per un balsamo, anzi, è molto più frequente che io cada in tentazione di fronte a maschere o impacchi. Anna è un prodotto estremamente equilibrato, che nutre a fondo i capelli senza renderli pesanti, e ve lo dice una che si ritrova i capelli sporchi al primo soffio di vento. Contiene proteine della seta, burro di karitè ed olio di jojoba. Lasciando agire il balsamo sul capello, il risultato è quello di una chioma setosa, brillante ed extra morbida, e ogni singolo beneficio verrà conservato anche nei giorni successivi al lavaggio. Io ti amo, Anna. E sai anche di fragola, cioè.

Costo 11.90 euro

Corpo

H&M Body Splash Pink dream

IMG_3087

Lo scorso anno acquistai questo spray profumato per il corpo dimenticandolo sul comodino tra alcuni prodotti terminati. Quest’anno, però, ho deciso di riprovarlo e metterlo alla prova, ed ora è entrato a far parte della mia routine quotidiana. Dopo ogni doccia lo spruzzo su tutto il corpo, e vengo avvolta da una nuvola profumata e dolcissima, che però non risulta affatto fastidiosa o persistente. Il marchio ripropone ogni anno nuovi body spray, quindi troverete sicuramente sugli scaffali nuovi packaging e nuove profumazioni.

Costo 2.99 euro

Neutromed Sensual & Oil

IMG_3097

Sono una vittima consapevole delle offerte Tigotà. Ecco perchè se trovo dei saponi a prezzi stracciati, e con delle profumazioni accattivanti, io devo prendere e mettere tutto nel carrello. Senza rimorsi, eh. Stavolta è toccato al Sensual & Oil, con tre oli naturali nutrienti – argan, marula e mandorla – e il profumo persistente dei fiori di Monoi. Create un profumo con queste note dolcissime, e vi sposerò.

Costo 1.50 euro

Nacomi Scrub al caffè

IMG_3110

IMG_3114

Scoperto grazie ad una delle ultime Mybeautybox, ho provato uno dei prodotti a cui sono maggiormente affezionata – lo scrub al caffè – di un marchio nuovo e mai testato prima. Nacomi propone uno scrub completamente naturale con caffè ed olio di macadamia, con azione snellente e rassodante. Ha un profumo talmente squisito che gli perdono anche tutte le tracce che lascia ogni volta nella mia cabina doccia. Sembra quasi di spalmarsi addosso un dolcetto morbido al caffè. Ha una buona azione scrubbante e lascia la pelle morbidissima.

Costo 14.00 euro

Viso

Freedom Makeup Pro conceal and correct

IMG_3099

IMG_3101

IMG_3108

Curiosissima di mettere alla prova questo marchio inglese super low cost, ho ordinato uno dei loro correttori liquidi su Maquillalia nella colorazione light. Il correttore si stende con facilità, e risulta estremamente idratante. Nonostante all’inizio m’abbia quasi preso un colpo per quanto mi sembrasse giallo, ho notato che sulla mia pelle una colorazione di questo tipo si uniforma in maniera molto naturale ai colori del mio viso. Unica pecca, tende ad ingrassare parecchio la zona del mento, e intorno alle labbra, quella che su di me è maggiormente colpita dall’acne, ma sulle occhiaie e su tutte le altre imperfezioni è perfetta, ed ha una buona coprenza, considerato il prezzo piccolo piccolo piccolo.

Costo 1.99 euro

Max Factor Pastell Compact by Ellen Betrix

IMG_3092

IMG_3093

Uno dei regali del mio fidanzato, che nella più totale indecisione – desiderando mostrarmi la sua infinita riconoscenza – ha sbirciato sulla mia wishlist Amazon e mi ha regalato questa meraviglia. Si tratta di una cipria compatta che io utilizzo con un pennello per polveri per fissare il fondotinta. Dona un tocco molto opaco al viso e mi aiuta moltissimo a non trasformarmi in una lampadina al neon dopo qualche ora. Non credo che il marchio riproponga la stessa linea – anzi, non so se sia mai entrata in commercio qui in Italia – ma se cercate qualcosa di molto simile c’è la nuova Creme Puff Pressed Powder, quindi chi l’ha provata si faccia sentire.

Costo 10.00 euro circa

Viso // Labbra

MAC Brooke Candy Lipstick 

IMG_3117

IMG_3120

IMG_3122

IMG_3124

IMG_3128

Nella colorazione Witching hour – come si fa a lasciar lì un rossetto con questo nome, dai – questa linea mi ha completamente conquistata. Un viola intenso e pigmentato, racchiuso in un packaging d’eccezione, cromato, con una grafica nera e goth, e la firma di Brooke Candy. Devo ancora riuscire ad osare con queste colorazioni di giorno, ma di notte amo il fatto che le mie labbra siano avvolte da tanto mistero.

Costo 21.00 euro

Preferito random

Biofficina Toscana Idrolato di salvia

IMG_3116

La famiglia di idrolati di Biofficina Toscana comprende idrolati di salvia, di cipresso, di rosmarino e di lavanda, ognuno con proprietà specifiche e caratteristiche uniche. Inserisco questa tipologia di prodotto tra i random perchè gli usi che se ne possono fare sono moltissimi. Personalmente ho utilizzato il mio idrolato di salvia – diluendolo in acqua – in tre differenti modi: vaporizzandolo sul viso per rinfrescarlo, tamponandolo sulle zone grasse a mò di tonico astringente, e applicando qualche goccia sulla cute – tra i capelli – assieme allo shampoo di turno per aumentare l’azione antisebo.

Costo 5.80 euro

 

 

 

 

 

Books and feelings · Senza categoria

La verità di Amelia // Kimberly Mc Creight

IMG_2513

Con ritmo serrato e curiosità crescente, Kimberly McCreight ci aiuta a ricostruire tassello dopo tassello la vera storia di Amelia Baron, quella che tanto velocemente è stata messa in ombra dal suo apparente suicidio. A condurre la vera indagine – quella emotiva – è sua madre, l’avvocato Kate Baron, che rialzandosi dalla sua pozzanghera di dolore, desidera più di chiunque altro scoprire perchè sua figlia avrebbe deciso di gettarsi dal tetto della Grace Hall – l’esclusiva scuola del quartiere – e quali sono i motivi che l’hanno spinta a compiere un gesto così estremo. Perchè la domanda, quella vera, che Kate Baron rivolge ai detective, al preside della scuola, agli insegnanti, alle persone che Amelia Baron frequentava, è più che mai una certezza.

Amelia (non) si è suicidata?

Ecco allora che dietro un velo di normalità si nascondono segreti profondi, paure circa la propria sessualità, insicurezze, bullismo e legami pericolosi in un intreccio fitto e difficile da districare. Armata di tanto coraggio e di una testarda voglia di verità, la madre della ragazza gioca ogni carta a sua disposizione, fino a scoprire che dietro apparenti litigi e storie adolescenziali si nascondono segreti piuttosto adulti.

Il libro è estremamente fluido, e procede per gradi con la struttura di un thriller, alternando la storia della giovane Amelia a quella di sua madre Kate, con capitolo brevi e qualche colpo di scena ben distribuito tra le righe. La storia è presentata in modo accattivante, e dopo aver letto il libro non mi resta che aspettare che Nicole Kidman – dopo averne acquistato i diritti – inizi a dirigerne il film, nella speranza che sviluppi meglio alcuni temi presenti nel romanzo che, a mio avviso, dovevano avere maggior rilievo, come l’omosessualità, il rapporto controverso tra genitori e figli, e il peso che le situazioni familiari possono avere sulla crescita emotiva e relazionale di un adolescente.

Collaborazioni · Senza categoria

Linea Sol Protezione + // Bottega Verde

Quando Bottega Verde ha scelto il mio blog per raccontarvi dei nuovi prodotti Sol Protezione + con estratti di liquirizia di Calabria e petali di girasole, io non stavo davvero più nella pelle. Nonostante io abbia uno dei negozi del marchio a pochissimi minuti da casa, erano anni che non mettevo alla prova uno dei numerosi prodotti che l’azienda sforna ogni mese. In più, come non apprezzare una linea ad alta protezione, per una come me che si brucia come una melanzana arrostita anche all’ombra di una palma. Eccovi quindi un resoconto dettagliato della mia esperienza, e le caratteristiche principali dei prodotti testati.

La linea nasce nell’ottica di offrire un trattamento completo che limiti i danni dell’esposizione al sole e nello stesso tempo si prenda cura della pelle riparandola e nutrendola. I nuovi ingredienti svolgono una azione antiossidante, utile per difendere le pelli più giovani, ma anche per adattarsi alle pelli più adulte. La formula dei Sol Protezione +, infatti, agisce sulla cute prevenendo eritemi solari ed arrossamenti, con azione lenitiva e riparatrice. I prodotti sono stati testati dall’Università di Ferrara, che ne ha riconosciuto l’efficacia e l’alta tollerabilità. L’estratto dei petali di girasole, inoltre, grazie alle proprietà foto luminescenti, regala luce nuova alla pelle.

IMG_2654

IMG_2655

IMG_2658

Latte Spray Protettivo Antiossidante SPF 30 // 150 ml

IMG_2662

IMG_2665

Disponibile anche nella versione SPF 50 per pelli che necessitano di una maggiore protezione, lo spray ha una texture leggera e molto liquida, e si spalma con facilità. Rinfresca la pelle e la nutre a fondo se massaggiato a lungo. Si assorbe molto in fretta, e la pelle rimane fresca e asciutta. Io preferisco di gran lunga le formule in latte rispetto a quelle in crema, perchè  in spiaggia evitano l’effetto cotoletta dato dalla pelle unta e dalla sabbia che si appiccica ovunque. Perciò mi trovo perfettamente d’accordo con la scelta del marchio.

IMG_2668

Gli estratti di liquirizia hanno potere antiossidante, lenitivo e protettivo nei confronti dei temutissimi raggi UV. Mentre l’estratto dei petali di girasole assorbe i raggi del sole trasformandoli in energia luminosa per una pelle splendente. Il filtro solare utilizzato dal marchio – l’Eusolex – è leggero e di rapido assorbimento ma anche water resistant. Il prodotto non contiene parabeni nè cessori di formaldeide. Data la praticità del packaging, consiglio di spruzzarlo sul corpo più volte nel corso della giornata, se decidete di esporvi al sole per molte ore consecutive. Il profumo floreale renderà l’applicazione molto piacevole e la pelle più che profumata. Mi aspettavo una profumazione differente – forse mi illudevo di sentire profumo di liquirizia, maledetta golosità – ma nel complesso l’odore è ottimo, soprattutto per le pelli mature.

Trattamento viso doposole Riparatore Multiattivo // 50 ml

IMG_2677

IMG_2680

Io sono totally in love con questo packaging. L’applicatore a pompetta è estremamente comodo, anche se – devo ammetterlo – i prodotti che mi sono stati inviati erano abbastanza difettosi. Ogni volta che tentavo di togliere il tappo per utilizzare il prodotto veniva via il mondo. Spero però che si tratti di un problema circoscritto, e in caso contrario invito l’azienda a controllare con più attenzione i prodotti prima della vendita.

Il prodotto nasce con l’obiettivo di proteggere la pelle anche dopo l’esposizione al sole. Quando, cioè, iniziano ad innescarsi una serie di reazioni dannose per la nostra pelle. La texture è vellutata, e il profumo è molto simile a tutti i prodotti della linea, floreale e con carattere. I test sul trattamento viso hanno confermato l’efficacia della crema, con una diminuzione significativa dell’arrossamento cutaneo causato dai raggi UV. Il prodotto va massaggiato a lungo su pelle asciutta.

Siero viso Protezione Multiattiva Antiossidante // 50 ml

IMG_2671

IMG_2672

IMG_2673

IMG_2676

Sicuramente il mio prodotto preferito. Invece di andare alla ricerca di un fondotinta o una BB cream dotati di un buon filtro solare, proteggo la mia pelle a partire dalla base, con l’applicazione di un siero che formi un vero e proprio scudo protettivo prima di utilizzare qualsiasi altro prodotto di make up. Il risultato è anche quello di portarsi dietro un buon profumo per l’intera giornata, e vi assicuro che quando i miei amici mi salutano ogni mattina si accorgono sempre della profumazione della mia pelle. Oggi, per l’appunto, una mia cara amica ha esclamato, Odori proprio di uno di quei solari che le mamme ci spalmavano dappertutto quando eravamo bambine. 

Un odore floreale e tendente al classico, quindi, ma con un tocco estivo. La pelle è fin da subito più radiosa e luminosa, ma anche termoprotetta. La texture è leggera, ma va massaggiata in fretta e con movimenti circolari e veloci, per riuscire a coprire l’intero viso senza tralasciare nessuna zona. Rispetto agli altri prodotti della linea, infatti, il siero per il viso ha una consistenza più densa. Non assicura una mattificazione completa della pelle, ma l’effetto strobing è assicurato. Sembra davvero di riflettere la luce, un pò come la vecchia base trucco perlescente dello stesso marchio, ma senza i riflessi perlacei.

Oltre ai prodotti recensiti, il marchio propone un Latte Spray SPF 50 e un Trattamento doposole Riparatore.

Spero che le mie descrizioni vi siano state utili. Lasciatemi un commento, e fatemi sapere cosa ne pensate. Io non vedo l’ora di portare i miei tre bimbi in vacanza, perchè la qualità dei prodotti mi ha sorpreso, e Bottega Verde mi ha di nuovo riconquistata.

Buzzoole

Books and feelings · Senza categoria

Storia di una ladra di libri

IMG_1878

Rosa: Questa è la cosa più stupida che abbia mai fatto.
Hans: Infatti guarda come sei felice.

Nutrivo grandissime aspettative nei confronti di questo romanzo, e il mio sesto senso per i libri mi guida sempre negli acquisti giusti; ma questa volta la realtà ha superato di gran lunga la mia fantasia, cosa assai rara, di questi tempi. Così dopo tanti mesi sono riuscita a piangere sulle parole – e grazie alle parole – di Markus Zusak. E devo ammetterlo, è stata una gran vittoria per me tornare ad innamorarmi di una bambina salvaparole, perchè a volte un cuore che trema con sincerità è la miglior difesa contro un mondo duro come un sasso. Perciò il primo imperativo che accompagna questo libro è emozionatevi, emozionatevi, emozionatevi, ripetuto per tre volte, ogni volta con più determinazione.

Markus Zusak è uno scrittore australiano, e uno dei suoi puoi celebri romanzi, Storia di una ladra di libri, è entrato a far parte della lista dei libri più letti del New York Times. Il titolo originale del romanzo, La bambina che salvava i libri, sarebbe stato in ogni caso più appropriato per la storia di Liesel Meminger, o almeno a me piace pensare che a lei sarebbe piaciuto di più. Il romanzo, con fortissime connotazioni storiche, è ambientato nella Germania del nazismo nel 1939, sotto piogge di bombe e sorrisi spezzati. A scrivere è una narratrice d’eccezione, la morte, docile e paziente. Sotto i suoi riflettori, Liesel Meminger e i suoi libri. Non saprei ancora dirvi con certezza se è Liesel Meminger a salvare i libri, o se sono i libri a salvare Liesel Meminger, ma questa è un’altra storia.

Liesel e la sua famiglia adottiva nascondono un segreto con due polmoni in cantina. Un segreto che qualcuno chiamerebbe ebreo, e che Liesel chiamerà amico. Un ragazzo che la legherà con un filo doppio alle parole, che pesanti come sono, almeno saranno per un pò sulle spalle di entrambi. Ma non è solo Max Vandeburg a dividere l’orrore con Liesel. Accanto a lei, anche un uomo con una fisarmonica, una donna burbera dal cuore sciolto come un brodo, e Rudy Steiner, un tedesco bianco dal cuore nero, che corre veloce come il vento ma non riesce mai ad acchiappare un bacio.